Cliccando sull’immagine sottostante è possibile entrare all’interno della cupola del riflettore Reosc da 105 cm dell’osservatorio astronomico di Pino Torinese.

Ecco una delle meraviglie all’interno della Reggia di Venaria. La chiesa di Sant’Uberto fu edificata nella prima metà del ’700 da Filippo Juvarra ed è universalmente conosciuta come un capolavoro del barocco internazionale. E’ qui possibile ammirarla grazie a questa visione a 360° che ho realizzato circa un anno fa. Puntando e trascinando il mouse è possibile muoversi all’interno della spazio potendo così ammirare i dettagli. Una curiosità: guardate la cupola, lascia senza parole.. in realtà però quello che state guardando non esiste, è un tipico “trompe l’oeil” ovvero un dipinto che crea l’impressione della profondità spaziale.

Sant’Uberto – Reggia di Venaria Reale

La Reggia di Venaria è diventata negli ultimi anni una delle attrazioni turistiche più importanti a livello nazionale, in seguito ad un’imponente opera di restauro è potuta tornare ai fasti di un tempo e si può inserire tra le più importanti residenze reali settecentesche di tutta Europa. Qualche tempo fa ho avuto la fortuna di poter fare delle riprese al suo interno, ecco il trailer del documentario.

 

Entrare nello statuario del Museo Egizio di Torino crea una certa emozione, ancor più se sei da solo e hai le due sale a disposizione per effettuare le riprese. Ti trovi di fronte a manufatti che hanno passato più di 3000 anni di storia, statue raffiguranti dei, faraoni, importanti sacerdoti. La perfezione con cui sono stati eseguiti i particolari delle statue lascia senza parole. L’atmosfera che si respira è vibrante, si sente di essere a contatto con la storia di una civiltà che 40 secoli prima di oggi, attraverso la pietra – l’unico materiale che poteva arrivare fino a noi – ci ha comunicato la sua straordinaria e misteriosa grandezza. Incrociare lo sguardo distaccato dei volti crea quasi disagio, così come pensare all’immane lavoro delle sapienti mani che hanno prodotto opere di bellezza estrema. Il mio di lavoro è durato solo qualche ora, spesso interrompevo per potermi avvicinare ad ammirare nel più completo silenzio particolari che lasciavano senza parole e altrettanto spesso dovevo ricordarmi di tornare a compiere il mio dovere. Questo video è il risultato della giornata di riprese.

Attrezzatura: Canon 5D Mark II, Canon 7D, Manfrotto tripods, Sigma 10-20 f4-5.6 EX DC, Samyang 14 f2.8, Samyang 35mm f1.4, Tamron 17-50 f2.8, Merlin Steadycam.

 

L’astronomia è sempre stata una mia passione e quando mi è stato proposto un lavoro presso il Parco Astronomico di Pino Torinese ho accettato con estremo entusiasmo. Al momento i lavori stanno proseguendo e questo è il trailer del ciclo di video didattici che occuperanno la prossima primavera. Tra i video più interessanti ci sarà un documentario su come è cambiata la vita dell’astronomo nell’ultimo secolo e uno girato all’interno del planetario in cui verranno utilizzate tecniche di ripresa e post-produzione adatte ad ambienti con scarsissima luce. A presto le news…

    • Colle e laghi dell’Autaret

      Il colle dell’Autaret (3071 m) è un valico utilizzato già in epoca romana che mette in collegamento l’Italia alla Francia, meno conosciuto di altri valichi più importanti e quindi meno …

    • Chroma key!

      Non ho mai fatto uso di chroma key, lo ammetto. Detto così sembrerebbe che mi riferisca a qualche sostanza stupefacente di nuova generazione, in realtà si tratta di una tecnica …

    • Tramonto invernale dal castello di Moncalieri

      In onore della giornata nevosa ecco un panorama al tramonto (anche questo di qualche anno fa) ripreso da Moncalieri alta nei pressi del castello. La vista è verso ovest sul …